Il Qatar tenta di uscire dall’isolamento politico con la beneficenza

Il Qatar tenta di uscire dall’isolamento in cui altri Paesi arabi lo stanno spingendo con l’accusa di finanziare il terrorismo internazionale, attraverso opere di beneficenza: il fondo sovrano del Qatar ha infatti donato al governo italiano 5,6 milioni di euro per la costruzione di un polo scolastico a Macerata, comune colpito dal sisma del 24 agosto scorso. ”Ringrazio a nome mio e del governo – ha detto Vasco Errani, commissario governativo per la ricostruzione nelle aree terremotate del 2016, in una conferenza stampa nella sala verde di palazzo Chigi – Sua Altezza l’Emiro per la grande generosità. Sin dal primo momento lo Stato del Qatar” si è detto disponibile a finanziare la ricostruzione post-terremoto e ”lo ringraziamo per questo”. L’ambasciatore Khalifa Bin Jassim Al-Kuwari, direttore generale del Qatar Fund for Development, che ha firmato con Errani il memorandum d’intesa per la donazione del fondo sovrano del Qatar, ha sottolineato nel suo intervento: ”La partecipazione del Qatar” alla ricostruzione post terremoto “è stata offerta sin dal primo momento, subito dopo il sisma. Sua Altezza l’Emiro, tramite la nostra ambasciata in Italia, ha proposto al governo di poter contribuire al finanziamento di qualche progetto e abbiamo deciso di donare 5,6 milioni di euro per la costruzione di un complesso scolastico a Macerata”. Pochi giorni fa, per tramite del ministro Alfano, il Qatar ha acquistato diversi aerei dall’Italia. Come si ricorderà, Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrain hanno accusato il Qatar di intelligenza con i movimenti terroristi del Medio Oriente. Il Qatar ha respinto le accuse al mittente e si è visto comminare le sanzioni.