Gasparri: “Sto con gli agenti di piazza Indipendenza. Basta con l’invasione d’Italia”

«Giù le mani dalla polizia. Piuttosto che fare polemiche su questa o quella frase, si proceda all’arresto di quegli stranieri che avevano occupato abusivamente un palazzo da anni e che hanno tentato di uccidere i poliziotti. Tutti abbiamo visto le immagini agghiaccianti di stranieri che dall’edificio occupato lanciavano bombole di gas. Questi potenziali assassini vanno rinchiusi in carcere. Altro che dargli una collocazione da rifugiati». Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. «Lo scandalo di Piazza Indipendenza – sottolinea l’azzurro – è durato troppi anni. Io stesso lo avevo denunciato in occasioni pubbliche e ne avevo parlato con il prefetto Basilone più volte, sollecitando un’azione di sgombero che semmai è arrivata troppo tardi».

Gasparri: “Hanno tentato di uccidere gli agenti”

«L’assenza e l’inconsistenza del Comune di Roma guidato dalla Raggi è sotto gli occhi di tutti. Il dissesto dell’Atac, la nomina di improbabili assessori, la tolleranza nei confronti delle occupazioni dovrebbero indurre al commissariamento del Comune. Per quanto riguarda gli extracomunitari e gli italiani che occupano stabili – rimarca Gasparri – gli sgomberi devono essere attuati senza indugi». «Un plauso alla polizia che con sprezzo del pericolo e con coraggio ha condotto l’azione in Piazza Indipendenza correndo gravissimi rischi. Un biasimo a coloro che aggrediscono le forze dell’ordine senza spendere una parola contro i criminali che hanno tentato di uccidere i poliziotti. Dieci, cento, mille sgomberi per ripristinare la legalità. Basta con l’invasione autorizzata d’Italia», conclude il vicepresidente del Senato.