Gas fogna in stanza, grave coppia di sposi: sequestrato hotel a Ragusa

Sono ancora gravissimi i coniugi in viaggio di nozze ricoverati per avere respirato le esalazioni dei gas di risalita delle condotte fognarie in un albergo di Ragusa. I due sono stati ricoverati in due diversi ospedali, a Catani e a Siracusa, per essere sottoposti alla camera iperbarica, ma le loro condizioni sono state ritenute dai sanitari in un primo tempo molto gravi.

La coppia arrivata a Ragusa da Messina

Lui 65 anni, lei 60 anni, si erano sposati da poco in seconde nozze, e avevano deciso di trascorrere la luna di miele in Sicilia. Sono stati rinvenuti svenuti nella stanza d’albergo dalla Polizia di Stato, chiamata dai responsabili dell’albergo dopo che per ore non avevano dato loro notizie. La Procura di Ragusa ha aperto un’inchiesta per lesioni gravissime colpose. La squadra mobile, su disposizione della Procura di Ragusa, ha sequestrato tutto l’albergo. Una delle ipotesi più accreditate pare essere quella per cui, durante alcuni lavori di scavo in strada, finalizzati alla sistemazione dell’impianto fognario, a causa di un guasto i gas sarebbero risaliti fino alla stanza dell’albergo dove alloggiava la coppia.

Da Ragusa i coniugi trasferiti a Siracusa e Catania

Secondo il bollettino dell’ospedale Cannizzaro, dove è ricoverata la 60enne, la donna «si trova ricoverata nell’unità operativa di Medicina e chirurgia di accettazione e urgenza – si legge -. La signora è vigile e cosciente, le sue condizioni di salute sono in fase di miglioramento e nel corso della giornata i medici valuteranno se sottoporla a un secondo trattamento iperbarico».