Fuma in auto con il figlio dodicenne: beccato, 110 euro di multa

Fumare in auto con bambini è vietato e può costare caro. L’ha scoperto a caro prezzo un uomo di Trieste che viaggiava in macchina nella centrale via Carducci alla guida della sua auto con la moglie accanto e dietro il figlio dodicenne, fumandosi tranquillamente una sigaretta. Quando lo hanno fermato gli uomini della polizia locale si è stupito, ha mostrato agli agenti la patente e il tagliando dell’assicurazione: i documenti erano in regola. Ma la multa è arrivata lo stesso: 110 euro per quella sigaretta. Agli agenti l’uomo ha detto che non sapeva dell’esistenza della legge che vieta il fumo sulle vetture in presenza di minorenni o donne incinte. Ma non ha battuto ciglio e ha accettato il verbale con la multa. 

Fumare in auto, le multe

Nonostante sia in vigore da un anno e mezzo, il divieto è sconosciuto alla maggior parte degli autisti in Italia. Multe spiccate per questo genere di infrazione sono pochissime e hanno già in passato portato a sanzioni, come quelle comminate quest’anno a Genova e Trento, nel primo caso per una sigaretta accesa dalla madre che accompagnava il figlio a un torneo di calcio, nel secondo per una fumatina fatta in presenza di una donna incinta. Episodi che hanno suscitato stupore, curiosità e interesse. Il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza: «Le leggi vanno osservate, finiamola con lo scalpore che sorge quando si applicano le norme. Mi chiedo perché non si diano le multe a chi guida con lo smartphone».