Festa dell’Unità, il Pd sonda gli elettori: “Con chi ci dobbiamo alleare?”

Un questionario assai atipico quello distribuito a militanti, elettori e simpatizzanti alla Festa dell’Unità a Bologna. Un questionario dove si toccano temi classici della politica, dalla scuola all’economia ma dove a un certo punto balza agli occhi la domanda numero 9: “Cosa dovrebbe fare il Pd in termini di alleanze?”. Ci sono tutte le opzioni: dal centrodestra ai Cinquestelle passando per un’alleanza tutta di sinistra.

La mossa ha un po’ il sapore di un’abdicazione del vertice rispetto alle decisioni da prendere e sembra anche una scopiazzatura del metodo grillino di consultare la base per ogni decisione (salvo poi cambiare idea se Grillo e Casaleggio non sono d’accordo…). Alberto Aitini, responsabile dell’organizzazione del Pd di Bologna, spiega così l’idea del questionario: “Volevamo coinvolgere in modo diverso e volevamo farlo nel modo più ampio possibile”. I risultati arriveranno soltanto al termine della kermesse, il 18 settembre, ma saranno utili al Pd per capire lo stato d’animo degli elettori e se il ‘volere’ del popolo verrà adottato dai dirigenti del partito.