Fa partorire in casa la moglie con l’aiuto telefonico del 118

Fa partorire in casa la moglie con l’aiuto del 118. È accaduto a Cepagatti, un piccolo Comune della provincia di Pescara. Una 35enne del posto ha dato alla luce una bimba: alla donna si sono rotte le acque e il marito ha subito chiamato il 118. Grazie alle indicazioni telefoniche dei sanitari, l’uomo si è improvvisato ostetrico e ha aiutato la moglie a far nascere la bimba, che, tra l’altro, era in posizione podalica, cioè con i piedi e non con la testa verso l’esterno: un tipo di parto, per i medici, piuttosto delicato. Proprio per questo era stato programmato un cesareo, ma alla donna si sono rotte le acque in casa improvvisamente e quindi non c’è stato il tempo di raggiungere l’ospedale. Il marito ha subito allertato il 118 e il personale sanitario lo ha guidato telefonicamente nelle operazioni. I soccorritori, intervenuti sia con un’ambulanza che con l’elicottero, sono arrivati quando la piccola era appena nata. Mamma e figlia sono state trasportate all’ospedale di Chieti, in buone condizioni di salute.