È morto “faccia da mostro“, l’ex poliziotto sospettato di strage

E’ morto “faccia da mostro”. Che era stato un poliziotto ed era stato soprattutto al centro di sospetti e inchieste sui peggiori crimini mafiosi in Sicilia. È morto per un malore, un infarto, su una spiaggia del litorale catanzarese, a Montauro dove viveva. L’ex poliziotto Giovanni Aiello, soprannominato “faccia da mostro” per la profonda cicatrice che ne deturpava il viso, era stato coinvolto in vicende controverse e inchieste su mafia e ‘ndrangheta. “E’ arrivata questa triste notizia – riferisce l’avvocato Ugo Custo, che insieme a Eugenio Battaglia era il suo legale – La procura di Palermo aveva richiesto l’archiviazione per Aiello nell’indagine principale che lo riguardava, si stavano per dipanare le matasse e sarebbe emersa la sua estraneità ad ogni accusa”. La morte è arrivata prima dell’assoluzione richiesta.