Dopo la Spagna l’Isis minaccia l’Italia incitando i lupi solitari a colpire: ecco come

A una settimana dalla strage di Barcellona e a stretto giro dall’invio di un video – il primo in spagnolo – con nuove minacce rivolte ad «Al Andalus che tornerà ad essere quello che fu: terra di califfato», recita l’inquietante messaggio postato in rete, i miliziani del terrore tornano ad incitare i lupi solitari ad attaccare l’Italia, e lo fanno con una sola, esplicita immagine accompagnata da una didascalia in italiano…

L’Isis minaccia l’Italia: l’“appello” ai lupi solitari

Dunque, dopo Parigi, Bruxelles, Nizza, Berlino, Londra, Manchester, Stoccolma e Turku, il Belpaese torna al centro del mirino terroristico dell’Isis che, come riportato da Site – il sito statunitense di monitoraggio dell’integralismo islamico sul web diretto da Rita Katz – attraverso un canale Telegram vicino allo Stato islamico, sta incitando cani sciolti e lupi solitari convertiti al credo della jihad stragista a colpire in Italia con quelli che sono ormai diventate “convenzionali” e micidiali strumenti di morte: i veicoli a quattro ruote. E allora, come riporta il sito dell’Ansa in queste ore: «Devi combatterli («O Muwahhid»), è la scritta in italiano in un’immagine nella quale è ritratto un uomo che nasconde un coltello dietro la schiena sullo sfondo di una città».

Il messaggio rivolto ai lupi solitari a colpire coi van

Una minaccia, quella rivolta a Roma e al Belpaese, arrivata a una settimana dalla strage della Rambla e a qualche ora dalla diffusione sul web di un altro video contenente nuove minacce alla Spagna. Anche in questo caso, allora, il messaggio del gruppo terrorista è arrivato forte e chiaro (e in spagnolo) in terra iberica, rivelatasi inquietante culla dell’estremismo islamista: il gruppo di terroristi minaccia i «cristiani spagnoli» e dichiara di voler vendicare «il sangue dei musulmani versato dall’inquisizione spagnola». E come riferito sempre dal sito dell’Ansa, «nel video due terroristi identificati come Al Qurtubi e Qbusalman Al Andalus , riferisce La Vanguardia, lanciano diverse minacce contro la Spagna affermando fra l’altro: “Non vi lasceremo in pace, mai!”»…