Diplomazia virtuale: Chelsea difende online il piccolo Trump, Melania ringrazia

Prove tecniche di distensione tra casa Trump e casa Clinton? Forse non proprio: ma di sicuro la lezione di stile che si sono reciprocamente indirizzate via social – con tanto di scambio di affettuosità – la first lady degli Stati Uniti e l’ex first daughter americana lascerà il segno. Certo non prima che followers e opinionisti online abbiano dato fondo all’ultima dissertazione stigmatizzata a suon di tweet e like di approvazione…

Chelsea Clinton difende Barron Trump: e Melania ringrazia

Ma tant’è: in un tweet Melania Trump ha ringraziato Chelsea Clinton per aver difeso il figlio Barron dal «bullismo online» di cui è stato vittima nei giorni scorsi a causa del suo abbigliamento informale alla Casa Bianca. «Grazie Chelsea Clinton – ha postato su twitter la moglie del presidente americano – È così importante sostenere tutti i nostri bambini perché siano sé stessi. StopChildhoodBullying», ha concluso in Rete la bellissima Melania, alle prese con l’ultima dimostrazione di stile: parole, quelle affidate al web da Melania, che in un solo tweet hanno reso merito all’intervento di Chelsea e bacchettato, senza mai citarlo, l’articolo del Daily Carter da cui l’intera vicenda virtuale ha preso le mosse. Già, perché a scatenare la reazione della figlia di Bill e Hillary Clinton – che stava per compiere tredici anni quando entrò alla Casa Bianca, due più dell’ultimogenito di Donald Trump – è stato proprio il suddetto pezzo, inutilmente critico nei confronti dello stile casual di Barron.

L’articolo incriminato le reazioni social di Chelsea e Melania

«Il più giovane dei Trump – si legge – non ha alcuna responsabilità come figlio del presidente, ma almeno potrebbe fare la sua parte con l’abbigliamento quando è in pubblico». Della serie davvero non sanno più a cosa attaccarsi per sferrare l’ultimo colpo contro la famiglia presidenziale. Un assalto all’arma bianca che non è passato inosservato a Chelsea Clinton che – memore dell’esperienza da lei stessa vissuta in prima linea – proprio ieri su twitter ha deciso di scrivere (e di replicare): «È ora che i media e tutti gli altri lascino in pace Barron Trump permettendogli di avere l’infanzia che merita». E Melania, dal suo account, raccolto l’assist ha rilanciato. E ringraziato.