Daniele selvaggiamente picchiato in un locale di Jesolo: preso l’aggressore

È stato identificato l’aggressore di Daniele Bariletti, il 24enne di Pianiga selvaggiamente picchiato mentre stava trascorrendo la notte tra il 14 e il 15 agosto in discoteca, al Vanilla Club di Jesolo. Il giovane è finito in coma ed è stato operato due volte per rimuovere l’ematoma alla testa e ricomporre la frattura del cranio: le sue condizioni per fortuna stanno lentamente migliorando.  Erano stati i suoi genitori, Lucia e Maurizio, a denunciare pubblicamente l’accaduto lanciando sui social un appello affinché venisse assicurato alla giustizia l’aggressore di Daniele. 

La polizia, ascoltando i testimoni e visionando i filmati,  è risalita all’identità del responsabile del pestaggio: è un 35enne veneziano con precedenti per lesioni e che è conosciuto come un esperto di arti marziali. Pare che fosse un cliente abituale di quel locale. Daniele si trovava al Vanilla Club in una saletta separata prenotata con la fidanzata e con gli amici per festeggiare il Ferragosto quando il suo aggressore ha versato una bevanda sulla ragazza e poi ha colpito selvaggiamente la vittima prescelta. 

Il questore ha disposto anche la chiusura del locale per 15 giorni: una sanzione scattata perché la sicurezza non ha trattenuto l’aggressore. In realtà la sicurezza non è intervenuta né ha chiamato l’ambulanza o la polizia. Il gestore del Vanilla Club, Luciano Pareschi, è a sua volta rimasto coinvolto in una rissa al parco acquatico Aqualandia, di cui è titolare, ed è finito all’ospedale.