Il centrodestra contro la Raggi: «Sei sempre più incompetente. Vattene»

Virginia Raggi ancora nel caos: salgono a otto gli assessori cacciati e poi sostituiti. Duro il centrodestra. «Cambia di nuovo l’assessore al bilancio del Comune di Roma: è il quarto in un anno. Quest’ultimo lo sono andati a prendere a Livorno perché i romani non sono adatti a governare Roma. La Capitale d’Italia usata come crash test per testare il livello di incompetenza del Movimento 5 Stelle al governo», scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.  

Gasparri: «La Raggi che aspetta ad andarsene?»

A Roma, dice dal canto suo il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, «continua il calciomercato permanente con lo scambio delle figurine degli assessori. Dopo l’incapace da Roma, arriva l’incapace da Livorno, in attesa che Grillo e Casaleggio diano nuovi ordini al cosiddetto sindaco della Capitale. Chi ha dato il potere a queste persone di decidere chi deve amministrare la città? Hanno parlato di democrazia, di uno vale uno ma in realtà tutto il potere è nelle mani di un paio di persone che impongono scelte totalmente inadeguate».  Per il vicepresidente del Senato «che altro deve succedere perché la Raggi lasci il Campidoglio? Uno dei disastri ulteriori causato dai fatti di corruzione degli anni passati è stato l’avvento al governo della Capitale di questo gruppo di incapaci. Le aziende come l’Atac stanno fallendo. I rifiuti dilagano per strada. E la Raggi osserva irresponsabile questo scempio. È tempo che il centrodestra guidi un’offensiva di democrazia, di partecipazione e di libertà. La situazione di Roma sta precipitando verso il caos totale ed è la prova che i 5Stelle guidati da Grillo e Casaleggio sono bravi ad urlare, a fare demagogia, ma sono totalmente incapaci di governare alcunché. Non solo i romani ma tutti gli italiani ne prendano atto e mettano all’angolo un movimento che può portare solo danni all’Italia».

Saltamartini: «È l’ennesimo fallimento»

Insorge anche Barbara Saltamartini, vicecapogruppo alla Camera della Lega Nord: «E siamo a otto. Il sindaco Raggi cambia assessori come fossero vestiti. L’ultimo in ordine di cacciata è l’assessore al bilancio Mazzillo che, non gradito ai vertici, è stato fatto fuori da un sindaco che assomiglia sempre più alle ragazze di Non è la Rai. Solo che lì eravamo in tv e c’era il mitico Bonconoagni, qui purtroppo siamo nella vita reale e a teleguidare via cavo ci sono Casaleggio e i suoi uomini interessati solo ai propri interessi e non a quelli della Capitale». Per Saltamartini, «questo è l’ennesimo fallimento Cinquestelle e di un sindaco sempre più alla deriva e in balia degli eventi. Zero progetti, zero programmazione, solo tante false promesse e decisioni estemporanee dettate da faide interne e lotte intestine che stanno mettendo in ginocchio Roma sempre più allo sbando. Ormai, guardando non solo a Roma ma anche ad altre città a guida M5S, è chiaro che i grillini non hanno alcuna capacità di governo. L’unica certezza, purtroppo, è quella che a pagarne le spese siano solo i romani costretti a convivere con dilettanti allo sbaraglio in Campidoglio».