Ancora paura in spiaggia, tentano di violentare tre ragazze a Fiumicino

Ancora paura. Tragica notte fuori da uno stabilimento balneare di Fiumicino. Tre ragazze sono state aggredite. Come si legge sul Messaggero, dopo aver trascorso una serata al suo interno, si sono fermate ad aiutare una coppia in difficoltà con la macchina. Sono state però immediatamente importunate da due ragazzi, probabilmente ubriachi che, in poche secondi, dalle parole sono passati ai fatti e hanno tentato di violentarle. Le hanno spintonate, fino a farne cadere a terra una. Poi, mentre uno di loro la bloccava, l’altro provava a sfilarle gli shorts. Le grida di aiuto delle amiche hanno allertato il servizio di vigilanza del locale, immediatamente intervenuto, mentre gli agenti della polizia del commissariato Fiumicino, giunti in breve sul posto, hanno bloccato uno degli aggressori. S.J., 26enne romano, riconosciuto dalla vittima, è stato arrestato per tentata violenza sessuale e lesioni e, al termine degli accertamenti, rinchiuso nel carcere di Civitavecchia. Nel prosieguo delle indagini, coordinate dalla Procura di Civitavecchia e curate da Giuseppe Rubino, dirigente del commissariato Fiumicino, i poliziotti hanno identificato il complice, un marocchino di 25 anni con precdenti per rissa e denunciandolo per gli stessi reati. I due secondo le prime indagini sarebbero amici da diverso tempo. Le vittime sono state medicate all’ospedale di Grassi di Ostia.