Terremoto, Pirozzi accusa il governo: “Un incredibile scippo a Ferragosto…”

L’accusa è pesantissima e i destinatari sono gli ultimi due governi, quello di Renzi e Gentiloni, che si sono avvicendati nell’anno horribilis che ha segnato la ricostruzione delle zone terremotate in Abruzzo, a cominciare da Amatrice.
“Ci avevano promesso l’esenzione per 2 anni, invece…”, dice Sergio Pirozzi in un forum al Messaggero, a pochi giorni dal 24 agosto, anniversario triste del sisma del 2016. “Sull’esenzione da tasse e contributi ci hanno preso in giro. E’ una fregatura di Ferragosto. Ho studiato il bando pubblicato dal ministero dello Sviluppo economico: non c’è quello che era stato stabilito. Ci avevano promesso l’ esenzione dai contributi e dalle tasse per le imprese per due anni. E invece c’è solo un credito d’imposta. E questo non va bene”.
Nell’intervista al Messaggero il sindaco di Amatrice spiega: “Io avevo detto che la zona urbana franca doveva essere appannaggio soltanto dei 55 comuni che hanno una zona rossa, che era un criterio. Invece l’hanno allargata a tutti, perché poi la civiltà dei clientes parte dall’Antica Roma. Le promesse erano altre. Il Mise ha pubblicato il bando sotto Ferragosto. Io ho telefonato dicendo: non mi prendete in giro, vi faccio la guerra. Mi auguro che si siano sbagliati, è uno scippo”.
 

Pirozzi e la rinascita di Amatrice
dopo il terremoto

La polemica è dura, ma anche la voglia di rinascita: ”Il 30 agosto di un anno fa, nel giorno dei funerali delle vittime del sisma, dissi che avevamo soltanto due strade davanti a noi: lasciarci sopraffare dal dolore e abbandonare la
città, o reagire e rimanere qui. Oggi sono contento perché comincio a vedere i primi segni di una Amatrice nuova, e posso dire che sono rimasto qui a mantenere la barra dritta, con momenti belli e momenti brutti, ma sono sempre rimasto qui”, dice Pirozzi, a pochi giorni dal primo anniversario del terribile terremoto.
Il primo cittadino è rimasto profondamente colpito dalla vicinanza dimostrata da istituzioni e privati cittadini. ”Abbiamo ricevuto una solidarietà veramente eccezionale e proprio in questi giorni abbiamo avuto grandi soddisfazioni – spiega Pirozzi – è ripartito il supermercato e l’area food, abbiamo riaperto i primi 8 negozi, abbiamo già consegnato 200 case e nella prossima settimana ne consegneremo altre 100; il 28 agosto partiranno i lavori per la nuova scuola, e lo stesso giorno inizieranno anche i lavori per il campo sportivo, il cui restyling sarà possibile grazie al Coni e al presidente Malagò”.