Allearsi con Alfano? Gasparri invita il centrodestra al realismo

«Condivido il realismo di Alessandro Sallusti che oggi invita le forze alternative alla sinistra a guardare con spirito pratico alle prossime scadenze elettorali, territoriali e nazionali». Così Maurizio Gasparri sull’invito del direttore de Il Giornale all’alleanza elettorale con Angelino Alfano considerato il “male minore”. «Il dato di fatto – dice il senatore di Forza Italia – è che tutti i tentativi di creare forze autonome centriste, che avrebbero dovuto sostituire il centrodestra in funzione alternativa alla sinistra, sono falliti. Da questo dato politico si deve partire per tentare di coagulare tutti coloro che possono rappresentare un’alternativa alla sinistra per impedire scelte dissennate riguardanti la vita, la persona, la giustizia, la famiglia, la cittadinanza, l’immigrazione».  «Siamo di fronte a un’emergenza. Perché – spiega il vicepresidente del Senato- se una legge di Stabilità, una norma fiscale può essere corretta, gli interventi che modifichino l’idea di famiglia, la genitorialità, l’accesso alla cittadinanza e altre questioni fondamentali possono stravolgere in maniera permanente l’identità della nostra Nazione. Questo va privilegiato. Ovviamente chi ha fallito lo deve ammettere e chiudere un’esperienza velleitaria, rendendosi conto che a parte l’antipolitica, che esprime esponenti inadeguati, il resto è un confronto tra centrodestra e centrosinistra. E di questo confronto – conclude Gasparri –  Berlusconi e Forza Italia restano protagonisti insostituibili ora e in futuro».