A Vicenza bando d’oro per i profughi: stanziati centomila euro al giorno

Infuria la polemica a Vicenza, dopo le anticipazioni fornite dal Corriere della sera, nell’edizione del Veneto, sul bando indetto della prefettura per l’ospitalità dei profughi e richiedenti asilo. Per il biennio 2017-2019, la stima è di 2900 posti riservati ai migranti. A oggi per ogni migrante lo Stato ha stanziato 35 euro al giorno. Il calcolo è presto fatto: per due anni porterebbe il totale dal bando a 74 milioni di euro, quindi parliamo di 101 mila euro al giorno. Il documento, atteso dalla fine dello scorso anno, è in fase di pubblicazione e la prefettura di Vicenza ha già avviato la procedura.

Si spende più per i profughi che per anziani e bambini di Vicenza 

Una somma enorme per il comune di Vicenza: basti pensare che per i principali servizio socio assistenziali, la spesa del bilancio di previsione 2017 è di 12 milioni di euro. Insomma, i soldi spesi in quattro mesi per i richiedenti asilo sarebbero sufficienti a pagare tutte le spese per anziani, disabili e minori dell’intero Comune. E in meno di un mese (24 giorni) si coprirebbero tutte le spese per i bambini di Vicenza. Per ogni migrante lo Stato finora ha pagato circa 35 euro al giorno, che vanno in larga parte a cooperative o associazioni che curano tutti gli aspetti dell’accoglienza, dai corsi di lingua al vitto e alloggio e fino alle procedure burocratiche per la richiesta di protezione internazionale.

bilancio-vicenza

La lista delle coop che gestiscono i profughi di Vicenza

Ad oggi il servizio è affidato in proroga alle cooperative che hanno partecipato al bando 2016 e che torneranno in gara anche per questo nuovo appalto biennale da 74 milioni. 
Queste le associazioni che hanno partecipato al precedente bando: cooperativa Con te, Ecofficina educational, cooperativa Altre strade di Padova, centro studi formazione e orientamento di Monselice, Turist hotel di Sandrigo, Studio e progetto di Cornedoi, Casa e colori di Bassano del Grappa, Fai berica di Vicenza. E ancora: Il mondo nella città di Schio, hotel Adele, Centro Astalli di Vicenza,  La goccia di Marostica, Comunità e servizi di Schio, Tangram di Vicenza, Idea nostra di Vicenza, Mano amica di Schio, Entropia di Torrebelvicino, Verlata di Villaverla, suore Orsoline di Vicenza, Radicà di Calvene, associazione “Via Firenze” di Arcugnano, Il cosmo di Vicenza. La lista prosegue con Diakonia-Caritas, Cosep di Padova, Il faggio di Asiago, Nova di Vicenza, L’angolo di Modena, Samarcanda di Schio, Val Cismon di Arsiè, in provincia di Belluno, con 15, comunità papa Giovanni XXIII di Rimini, Il corallo di San Giovanni Lupatoto (Verona), Manimpasta di Vicenza e la comunità dei Giuseppini di Montecchio.