Il ferragosto per chi resta in città: c’è anche da divertirsi gratis!

Metti di dover trascorrere il ferragosto in città. Che si può fare? Oltre a passeggiare in una città assai più vivibile, quasi deserta, ecco alcune dritte. Per chi rimane a Roma, Torino, Firenze, Bologna o Milano.  Diciamolo subito: a Roma è dura trovare uno svago gratis. Ma se paghi, a ferragosto ci sono concerti e musei aperti, comunque. A costo zero ci sono i film della Casa del Cinema a Villa Borghese: a ferragosto alle 21 viene proiettato “Secrets and lies” -(Segreti e bugie). A Torino si trova un’iniziativa che è quasi gratis: musei a 1 euro. La Fondazione Torino Musei, per la giornata di Ferragosto, propone l’ingresso a Palazzo Madama, GAM, MAO e Giardino e Rocca del Borgo Medievale ad 1 euro. Aggiungendo poi un altro euro si possono ammirare le mostre temporanee allestite nei vari musei. A Firenze si può passare la giornata di ferragosto divertendosi in modo originale, combattendo il caldo, e gratuitamente. È possibile alla Spiaggia sull’Arno, Easy Living, (tra piazza Poggi e Lungarno Serristori). Qui viene infatti organizzato il torneo dei castelli di sabbia. Per partecipare basterà mandare una email a info@easylivingfirenze.it con il nome della squadra (le squadre devono essere formate da non più di 10 persone, compresi i bambini).
In questa spiaggia sull’Arno dalle 10 al tramonto è presente un servizio gratuito di noleggio sdraio e ombrelloni, oltre ad uno spazio esclusivo, a pagamento. Il ristorante, il chiostro e la musica live contribuiscono a rendere questo spazio originale un punto di riferimento estivo per fiorentini e turisti. A Bologna, nel panorama di svago e cultura nelle sere estive spicca ‘Sotto le stelle del cinema’ che termina il 15 agosto. Nel maxi-schermo in Piazza Maggiore alle 21,45 verrà proiettato, a conclusione della settimana di omaggio a Pietro Germi, che conclude la rassegna, “Sedotta e abbandonata”. A Milano, infine, ci sarà il Concerto di Ferragosto con gli Extraliscio al Castello Sforzesco Milano, a ingresso gratuito. Sarà come tuffarsi in balera con quest’orchestra di dieci elementi.  Insomma, buon divertimento a chi resta in città.