Un altro femminicidio a Siena: uccide la moglie alla vigilia della separazione

Un altro vergognoso caso di violenza ai danni di una donna, un “femminicidio” consumatosi a poche ore da un’udienza importantissima per la donna. Tragedia della gelosia a Montepulciano (Siena): uccide la ex moglie a coltellate alla vigilia dell’udienza per la separazione in tribunale. L’assassinio che era fuggito, stamani si è costituito nella caserma dei carabinieri. Un operaio, 56 anni, nato a Catania e residente a Chiusi (Si), è entrato ieri sera con la forza in una casa e con un coltello da cucina ha gravemente ferito la donna, una cittadina romena, 42 anni. La donna, badante di professione, si trovava in un’abitazione di Montepulciano per accudire due anziane, che sono consuocere. La donna è stata trasportata in gravi condizioni (con ferite ai polmoni e al fegato) all’ospedale di Nottola di Montepulciano e poi all’ospedale di Santa Maria alle Scotte di Siena, dove stamani intorno alle 6 è morta per le lesioni riportate.

L’ex marito ha inseguito la donna per tutta la casa, dove ci sono tracce di sangue un po’ dappertutto. Le due anziane accudite dalla badante sono rimaste terrorizzate. L’uomo è poi fuggito da una finestra e le anziane hanno dato l’alllarme. Sono scattate le indagini e le ricerche da parte dei carabinieri di Montepulciano. L’uomo è stato localizzato e dopo una lunga trattativa telefonica con i carabinieri si è costituito confessando l’omicidio della ex moglie. La coppia ha un bambino di 9 anni e stamani si sarebbe dovuta presentare davanti al giudice del Tribunale di Siena per la causa di separazione.