Uccide il rivale in amore, le telecamere lo filmano mentre si libera del corpo (video)

È stato ucciso per una rivalità in amore Vincenzo Ruggiero, il 25enne di Parete, in provincia di Caserta, scomparso il 7 luglio ad Aversa. Il ragazzo, le cui ricerche avevano coinvolto anche la trasmissione tv Chi l’ha visto?, è stato assassinato da un 35enne di San Giorgio a Cremano, ma residente a Giugliano. L’uomo ha confessato il delitto.

Il movente della gelosia

«Temevo avesse una relazione con il mio compagno», ha detto agli inquirenti l’assassino, rivelando anche di avere buttato il corpo del giovane in mare. Il 35enne è stato incastrato dalle immagini riprese dalla telecamera di sorveglianza di uno studio privato di fronte casa sua. Nel video si vedono il momento dell’arrivo di Ruggiero e, a distanza di qualche ora, il momento in cui il suo assassino carica in auto delle valigie. Era stata la madre di Ruggiero a denunciare la scomparsa del figlio, attivista gay e vincitore in passato di un concorso di bellezza.  

Il corpo del rivale gettato in mare

L’omicidio, secondo quanto riferito dall’uomo, sarebbe avvenuto al termine di una lite, scoppiata per la gelosia provocata dall’amicizia tra Ruggiero e il compagno dell’assassino. Gli investigatori, coadiuvati dalla Capitaneria di Porto, ora, sono alla ricerca del corpo del ragazzo nel mare antistante Licola.