Spagna, multa da 150mila euro se canti “Cara al Sol” o inneggi a Franco

sabato 22 luglio 15:30 - di Redazione

E’ una specie di legge Fiano, ma rivolta alle memorie – evidentemente giudicate “pericolose” – del franchismo e della Guerra Civile. Dalla Spagna arriva dunque la notizia – ripresa dal Giornale – che il governo della regione di Aragona, guidato dal socialista Javier Lambán, ha approvato il provvedimento dal nome “Ley de Memoria Democratica”, ovvero la legge della memoria democratica. 

L’intento è di  “proteggere le vittime del franchismo” e a tal fine sarà multata fino a 150mila euro qualunque tipo di espressione che “offende la dignità delle vittime della guerra civile”. Per specificare meglio la norma regionale – scrive Il Giornale –  il governo di Aragona ha deciso di individuare il seguente esempio come una tipica violazione che potrebbe avere una sanzione di questo tipo: “Qualsiasi canzone come “Cara al Sol” (l’inno falangista), il braccio testo per il saluto fascista, o gridare “viva Franco!” sarà punita a norma di legge.” 

Non si menzionano ovviamente le vittime dei repubblicani, che furono numerosissime, e che evidentemente non devono avere posto nella “memoria democratica”. I morti della Guerra civile spagnola furono in tutto più di 500mila: gli storici sono concordi nel considerare quella pagina un tragico preludio della Seconda guerra mondiale. In varie città della Spagna si svolgono da anni raduni pacifici di nostalgici franchisti. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *