“Signore della guerra” libico giustizia terroristi islamici in stile Isis (video)


Un video in stile Isis che mostra un’esecuzione di massa eseguita a Bengasi per mano di Mahmoud Al-Werfalli, comandante delle Forze speciali, un’unità dell’Esercito nazionale libico, è stato diffuso ieri sui social network. Al-Werfalli appare nel filmato accanto a 20 prigionieri in tuta arancione mentre attendono in ginocchio e con gli occhi bendati di essere uccisi dal plotone d’esecuzione. Il sanguinario comandante Al-Werfalli, noto per le torture inflitte ai detenuti, ha detto nel video che l’esecuzione ha avuto luogo lo scorso 17 luglio, il giorno prima che la portavoce del Commissario Onu per i diritti umani, Liz Throssell, chiedesse all’Esercito nazionale libico di condurre delle indagini sulle condizioni dei detenuti a rischio di tortura ed esecuzioni, e di sospendere dall’incarico al-Werfalli in attesa delle conclusioni dell’indagine. Intanto, mentre la FRancia si assicura l’influenza sulla Libia a scapito dell’Italia, si apprende che “la Libia mira a produrre 1,25 milioni di barili di greggio al giorno entro la fine dell’anno”, come ha dichiarato il presidente della libica National Oil Company (Noc), Mustafa Sanalla, precisando che il target per il 2018 è di “1,5 milioni di barili al giorno”, come si legge sul portale di notizie libico Al Wasat.