Sicilia, si torna al Far West: una taglia di 50mila euro per ogni piromane

Una taglia da 50mila euro per ogni piromane siciliano. È la proposta che il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi lancia a Regione e Comuni per fermare i roghi che in questi giorni stanno devastando la Sicilia. “Si rende necessaria una collaborazione tra cittadini e istituzioni affinché i colpevoli possano interrompere queste azioni di disastro ambientale e rendere più facile il lavoro degli uomini della Forestale impegnati come sempre in prima linea rischiando la propria vita – afferma – Propongo che Comuni e Regione siciliana mettano una taglia di 50.000 euro a piromane, offrendo i soldi a chi riesce a permetterne l’identificazione, con successiva pena”. Il Codacons si costituirà parte civile nei processi che si celebreranno contro i piromani. Della stessa opinione anche il governatore del lazio Nicola Zingaretti: “Basta! Ancora troppi incendi a Roma e nel Lazio, la maggior parte dolosi. Oggi brucia ancora La Barbuta, superato ogni limite. Non è un caso, spesso è criminalità, pieno sostegno alle Forze dell’Ordine per fermare i responsabili e un grazie ai volontari, a Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile che ogni giorno combattono questa emergenza”, ha scritto su Facebook il Presidente della Regione Lazio.