Schianto in moto: morto il figlio del campione del mondo Marco Lucchinelli

Un terribile schianto: Cristiano Lucchinelli, 36 anni, figlio di Marco Lucchinelli, campione mondiale delle 500 nel 1981, è morto ieri sera  a seguito di un incidente avvenuto a Poggio Piccolo, frazione di Castel Guelfo nel bolognese. L’incidente è avvenuto intorno alle 20 mentre il ragazzo percorreva la via Poggio ed era diretto verso Castel Guelfo: lo scontro è avvenuto con una Range Rover proveniente dal lato opposto. Cristiano Lucchinelli abitava assieme al padre Marco, alla madre Paola e alla sorella, in una casa della Valsellustra, località pedecollinare del Comune di Casalfiumanese (Bologna). Il ragazzo lavorava con il padre nella gestione di una scuderia di moto.

Vincitore del campionato del mondo nel 1981 nella classe 500 su Suzuki, Marco Lucchinelli, attuale commentatore di Sky, fu il primo motociclista a cantare al Festival di Sanremo (nell’edizione 1982) e il primo a sperimentare le saponette battezzate “istrice”, con gli aculei di gomma sulle ginocchia della tuta. Nel 1982 passò alla Honda, che all’epoca era tecnicamente inferiore alla Suzuki, e il 2 maggio dello stesso anno, mentre stava lottando per la prima posizione con Franco Uncini, cadde a 220 km/h rischiando di uccidere alcuni spettatori: uscì quasi illeso dall’incidente (frattura dello scafoide della mano e contusioni al piede), ma la paura provata gli frenò la carriera. Nel 1987 ottennte la vittoria della “Battle of the Twins” a Daytona in sella a una Ducati 851 e nel 1988 corse il Campionato mondiale Superbike ancora in sella a una Ducati, con la quale ottenne due vittorie e di cui divenne qualche tempo dopo team manager. Da team manager vinse un titolo nel 1990 con Raymond Roche. Il 2 giugno 2017, nel fine settimana del GP d’Italia del 2017, è stato inserito nella Hall of Fame del motomondiale.