“Sali a Borgo”: con la Guzzi tra i paesi del centro Italia colpiti dal terremoto

In moto sulla rotta dei Paesi colpiti dal terremoto: partirà il 21 luglio l’iniziativa “Sali a borgo”, promossa da Enit – Agenzia Nazionale per il Turismo, Moto Guzzi e la rivista Motociclismo, in collaborazione con l’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” coinvolti nella valorizzazione itinerante delle bellezze custodite dai meravigliosi paesi del Centro Italia. Con partenza da Roma, venerdì 21 luglio alle 11 dall’Aventino di fronte al Giardino degli Aranci, gli appassionati delle due ruote partiranno per trascorrere un fine settimana all’insegna del turismo slow e alla scoperta di villaggi pittoreschi, tradizioni e sapori locali. Oltre a Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo di Enit, tra i rider d’eccezione parteciperanno Jean-Marc Belotti, redattore della rivista Moto Magazine, l’instagrammer Davide Pretto, insieme a Fabio Maria Lazzerini, consigliere Enit che in sella alle Moto Guzzi V9 Roamer percorreranno le terre toccate dal terremoto. Da venerdì a domenica insomma alcuni splendidi borghi di Lazio e Umbria sveleranno le proprie bellezze al passaggio delle moto che ne percorreranno le antiche strade, insieme a tutti gli amanti delle due ruote che lungo il percorso si uniranno per esplorare i luoghi più nascosti e respirare a pieni polmoni storia e tradizioni secolari. “Attraverso l’iniziativa Sali a Borgo – dichiara Giovanni Bastianelli – Enit intende esprimere in modo concreto la propria vicinanza alle popolazioni terremotate, consapevole delle straordinarietà artistico-culturali offerte dai territori di questa parte d’Italia e del suo intatto potenziale turistico. Nello stesso tempo, quest’anno si celebra L’Anno dei Borghi, che proprio in queste regioni attraggono numerosi turisti dall’Italia e dall’estero. Poter percorrere in moto le meraviglie delle regioni del Centro Italia – sottolinea Bastianelli – offre la possibilità di vedere da vicino città e paesaggi antichi, respirandone dal vivo la storia, e promuovendo un turismo che possa far riscoprire tradizioni e culture sempre vive”. Un percorso lungo 400 chilometri attraverso meraviglie emozionanti, un viaggio lento fra le terre meno note dell’Italia, una curva dopo l’altra per scoprire panoramiche mozzafiato inaspettate, gioielli nascosti fra le montagne dove il tempo sembra essersi fermato, piccoli paesi arroccati che tracciano il confine fra verdi colline e il cielo. Tra le località e i borghi coinvolti venerdì 21 luglio ci sono, oltre Roma da cui parte la tappa, Castel Gandolfo, Lago di Albano, “Discesa in Salita”, Nemi, Palestrina, Genazzano, Rocca Santo Stefano, Subiaco. Sabato 22 luglio i borghi toccati saranno, con partenza da Subiaco, Collalto Sabino, Castel di Tora, Cittaducale, Greccio, Rivodutri, Leonessa, Cascia e Norcia, mentre domenica 23 luglio si parte da Norcia per raggiungere Vallo di Nera, Scheggino, Ferentillo, Cascate delle Marmore, San Gemini.

(foto tratta da “il Corrierino”)