Saldi, partenza al rallenty con l’incognita delle truffe: ecco come difendersi

Saldi, partenza al rallentatore: i copione delle “svendite” di fine stagione è sempre un po’ lo stesso, con la differenza, per quest’anno, del calendario unificato: il giorno fissato per l’inizio delle vendite al ribasso è stato per tutte le regione sabato primo luglio. Sarà differenziata, invece, la data dello stop agli sconti, che varierà da regione a regione, a partire dallo stop stop fissato per il Lazio, dove gli acquisti al ribasso termineranno prima di Ferragosto, il 12. 

Saldi al via, ma col rallentatore

E allora, stando alle immancabili Cassandre di rito e agli inappuntabili estimatori socio-economici del fenomeno saldi, quest’anno l’avvio sembra procedere a rilento, con l’unica eccezione forse degli outlet, maggiormente presi di mira, e complice forse anche l’anticipazione on line inferta dall’e-commerce con i principali siti d’acquisto sul web partiti con occasioni nella vetrina virtuale in anticipo sui negozi di città. E nonostante gli addetti ai lavori si dichiarino ottimisti e fiduciosamente pazienti, questa corsa all’affare di fine stagione sembra procedere a rilento. Certo, data la recessione ormai endemizzata e la necessità ormai istituzionalizzata di tirare la cinghia e risparmiare semmai per concedersi almeno un po’ di vacanza, nessuno si aspettava proprio il boom: le previsioni, specificano infatti gli addetti ai lavori, indicavano acquisti in linea con lo scorso anno e, a dare un rapido e non esaustivo sguardo, sembra che saranno rispettate: con i capi in prima linea che sono esattamente quelli di stagione: costumi, bermuda, t-shirt e polo: tutto rigorosamente low cost.

I saldi rispetto alla passata stagione di svendite

E allora, stando agli operatori di settori, pare proprio che la <<cuccagna, quest’anno, potrebbe essere più scarna del solito- l’unione nazionale dei consumatori, infatti, prevede sconti in leggera discesa rispetto a gennaio, intorno al -21,5% per abbigliamento e calzature, -14,6% per gli accessori>>. Con buona pace dei sostenitori a tutti i costi dello shopping compulsivo che, anche stavolta allora, non può prescindere dal rischio delle truffe e dagli inevitabili consigli mirati a scamparne gli effetti. Ecco allora di seguito un rapido elenco di consigli utili forniti dagli esperti.

Saldi; ecco i 10 consigli utili degli esperti

  1. Giocate d’anticipo e, nei giorni che precedono l’adesione dei vostri negozi preferiti ai saldik, segnatevi i prezzi e poi confrontateli con quelli previsti nelle svendite.
  2. I saldi devono riguardare rigorosamente le vendite di fine stagione: occhio ai fondi di magazzino.
  3. Non fatevi abbindolare: i capi acquistati durante i saldi possono essere cambiati come quelli comprati in qualunque altro periodo dell’anno.
  4. Occhio agli sconti che superano il 50%: potrebbero riferirsi a merce datata o a indicazioni di prezzo precedente falsate.
  5. Attenti al cartellino: il prezzo deve essere esposto in modo chiaro e ben leggibile e già dal modello proposto in vetrina che deve riportare anche la percentuale dello sconto  (in modo da poter calcolare il guadagno).
  6. Attenzione a non farsi prendere dalla foga dell’acquisito a tutti i costi e a farsi trascinare dalla competizione in corso: lo shopping, anche a prezzo ridotto, deve sempre essere “intelligente”.
  7. Se si è fashon victims, prestare attenzione a quello che potrebbe essere di moda anche nella stagione successiva all’acquisto in saldo oppure no.
  8. Se si compra online attenti ai virus: prima di iniziare lo shopping, controllare che il proprio dispositivo o computer sia ben protetto
  9. E sempre riguardo l’e-commerce, verificare che le schede degli articoli in vendita siano opportunamente corredate da informazioni dettagliate, foto e dati tecnici.ù
  10. Considerare che, anche in saldo, compreso quello online, esiste il diritto di recesso.