Roma scompare: i grillini cancellano anche le “botticelle” per i turisti

L’intento è di tutelare i cavalli, ma invece di farli controllare, trovargli adeguati ricoveri, aiutare i loro proprietari a tenerli nelle migliori condizioni la giunta Raggi vuole mandarli in pensione per sempre insieme alle “botticelle”, le tipiche carrozzelle romane che da decenni trasportano i turisti e caratterizzano l’immagine della capitale nel mondo.

“Entro il 2018 le botticelle trainate dai cavalli verranno sostituite da queste nuove vetture elettriche. Non solo per una questione di decoro, vogliamo tutelare innanzitutto il benessere di questi animali che sopportano quotidianamente fatica, caldo e smog. Inoltre abbiamo ipotizzato tre alternative per gli attuali vetturini che potranno guidare le nuove botticelle elettriche oppure riconvertire le loro licenze in taxi o infine essere inseriti nelle ville storiche”, dichiara, sul suo profilo Facebook, il  presidente della ommissione capitolina Ambiente Daniele Diaco, del Movimento 5 Stelle.

Difficile immaginare come le nuove botticelle elettriche possano esercitare lo stesso fascino sui turisti ma venerdì scorso c’è stato il primo giro di prova: dall’Auditorium Parco della Musica fino al centro sportivo di viale Tiziano hanno girato le vetture elettriche senza cavallo. Ma a quel punto tanto vale prendere un taxi, no?