Roma, furti in metro e sui bus: 6 arresti in poche ore. Ecco i ladri in azione (VIDEO)

Da straniero, in un viaggio a Roma, non dimenticare di mettere in conto il danno economico da furto di borseggiatori: le guide dovrebbero segnalarlo alle prime voci sulla città eterna messa a dura prova da una fama criminale che non le giova, e non solo turisticamente parlando. E allora, ancora una volta, il record dei furti viene battuto dall’ultimo fermo appena effettuato: quello a cui hanno dato seguito i carabinieri del comando provinciale di Roma che, solo nelle ultime ore, hanno arrestato sei persone per furto e rapina impropria. Il video postato in apertura testimonia frequenza e modalità con cui i ladri agiscono in metro e sui mezzi pubblici in generale.

Roma, furti in metro e sui bus: 6 arresti in poche ore

E allora, non sorprende che grazie all’intensificazione dei controlli a bordo dei mezzi pubblici e vicino ai luoghi di attrazione turistica, spesso – non sempre – i borseggiatori vengano beccati in flagrante e il maltolto restituito ai derubati. Come accaduto al turista spagnolo che, probabilmente, non si sarebbe mai aspettato di riavere il suo telefono di ultima generazione, con il quale aveva scattato tutte le foto della vacanza a Roma. Raggiunto dai carabinieri all’aeroporto di Fiumicino, mentre si stava per imbarcare, l’uomo è potuto tornare in possesso del suo smartphone che, ingenuamente, credeva di avere smarrito. In effetti era stato derubato da parte di un sudanese di 42 anni, a bordo del bus di linea 64, mentre si stava recando a Termini per prendere la navetta per l’aeroporto. Ad assistere alla scena una pattuglia di carabinieri in borghese della stazione Roma Prati, in servizio di controllo sul mezzo. Per tenere il ladro però, che aveva opposto non poca resistenza, i militari non hanno avuto la possibilità di rintracciare subito il proprietario del telefonino che non si era accorto di nulla.

Turisti mazzolati senza che nemmeno se ne accorgano

In via Giolitti, ancora, un libico di 27 anni, un somalo di 55 anni ed un algerino di 24 anni hanno accerchiato una turista tedesca, strappandole dalle mani il telefono cellulare. Le urla della donna hanno attirato l’attenzione dei carabinieri della stazione Roma Piazza Dante che sono immediatamente intervenuti per arrestare i responsabili, restituendo il maltolto alla turista che, per fortuna, ha riportato solo un forte spavento e non si è fatta male. Poco distante, invece, in via Ugo Foscolo, i carabinieri della stazione Roma Piazza Dante hanno arrestato un romeno di 16 anni, bloccato dopo aver strappato il telefono dalle mani di un turista del nord Italia. Di ultima generazione, lo smartphone è stato recuperato e restituito al proprietario mentre il minorenne è stato portato nel centro di prima accoglienza di Roma via Virginia Agnelli a disposizione della procura per i minorenni. Un’altra borseggiatrice di 22 anni di origini polacche, domiciliata nel campo nomadi di Nettuno, è stata arrestata da carabinieri in borghese della stazione Roma Piazza Farnese subito dopo aver tentato di rubare il portafogli ad un turista greco all’interno della metropolitana linea A, all’altezza di Termini. E la lista sarebbe ancor tristemente lunga…