Roma, alla Casa del jazz tornano i concerti nel parco con l’omaggio a Battisti

mercoledì 5 luglio 16:16 - di Redazione

Alla Casa del Jazz di Roma tornano i Concerti nel Parco che partono venerdì prossimo con ‘Pensieri e parole’, un omaggio a Lucio Battisti, in anteprima esclusiva per la rassegna, da parte di un gruppo di grandi artisti riuniti per l’occasione e ormai habitué del festival: Peppe Servillo, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Rita Marcotulli, Furio Di Castri e Mattia Barbieri. Questo spettacolo offre una reinterpretazione dell’autore più intimo, lirico e personale della canzone italiana, Lucio Battisti. Popolare e sofisticato, italiano e solitario, costruttore e inventore di una canzone che resta intimamente patrimonio di tutti, incrociando sensibilità e pensieri musicali diversi. Una sfida particolarmente impegnativa per l’assoluta particolarità del repertorio, l’originalità delle canzoni, il loro essere così diverse tra di loro nella musica e nei testi, così intrise da un’inesauribile vena compositiva da rendere arduo il lavoro di affrontarle senza farne delle vere e proprie “cover”. Una sfida vinta attraverso gli arrangiamenti innovativi di Javier Girotto e il genio teatrale e musicale di Peppe Servillo che riescono tracciare un nuovo cammino, suggestivo e inaspettato, attraverso venti grandi canzoni di Lucio Battisti. Da “Il mio canto libero” a “Penso a te” ,quasi tutte su testi di Mogol, un percorso ricco di sapori latini, ritmi avvolgenti, storia, emozioni e grande pathos. Un altro quadro che Servillo aggiunge alla sua preziosa galleria dedicata alla grande canzone d’autore dopo ‘‘L’Uomo in Frac”. Il gruppo di musicisti si mette al servizio di questo straordinario autore, abbattendo i confini che separano il mondo della canzone da quello del jazz e dell’improvvisazione per portare il pubblico in un territorio aperto: quello della grande musica e della magia dei suoni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *