Renzi si smarca dalla Boldrini: «Folle abbattere i palazzi fascisti». E lei smentisce…

Non c’era dubbio che Matteo Renzi si sarebbe smarcato da quell’assurda posizione di Laura Bordini, così impopolare perfino a sinistra: «Buttare giù i palazzi fascisti credo sia folle, con tutto il rispetto per chi pensa questo. E assurdo immaginare di distruggere l’our», ha detto il segretario del Pd nella registrazione di “Bersaglio mobile” su La7, riferendosi a quanto detto nelle scorse ore dalla presidente della Camera. 

Laura Bordini aveva ricordato che “ci sono persone in Italia che si sentono colpite dalla scritta ‘Mussolini DVX’ sull’Obelisco al Foro Italico, a volte anche offese”, ma secondo il suo portavoce, Roberto Natale, la presidente della Camera è stata fraintesa: «Laura Boldrini non ha mai detto, in nessuna circostanza, di voler abbattere i monumenti del Ventennio. Questa affermazione è falsa e letteralmente inventata. E non la rende più vera il fatto che venga ripetuta a titoli unificati da giornali specializzati in fake news».

Natale precisa che in risposta a chi le ha domandato se, alla luce del dibattito sull’apologia del fascismo innescato dalla proposta di legge Fiano, non ci sia in Italia il problema di alcuni monumenti fascisti, lei ha detto: «Ci sono persone che si sentono colpite da questo, a volte anche offese. Quando ho accolto i partigiani alla Camera, in occasione del Settantesimo anniversario della Liberazione, alcuni di loro hanno evidenziato questo stato di cose dicendo che non accade altrettanto in Germania dove i simboli del nazismo non ci sono più. Questi vecchi partigiani si sentono ancora offesi da questo. Io rispetto la loro sensibilità». Giudicate voi quale sia il pensiero della Boldrini, se come esempio cita i simboli nazisti abbattuti in Germania…