Rampelli: Macron fa quello che dovrebbe fare l’Italia. Il Pd si vergogni

«Macron sta facendo esattamente quanto avrebbe dovuto fare l’Italia in questi anni: essere sintesi tra i due governi post Gheddafi e aprire dei centri per la raccolta delle domande di asilo direttamente in Libia, arrestando il business dei trafficanti di uomini e le migliaia di morti annegati che si sono determinati nel tempo. Una proposta fatta a partire dal 2014». All’indomani dello schiaffo di Parigi al governo GentiloniFabio Rampelli ricorda la posizione storica di Fratelli d’Italia sul terreno minato dell’immigrazione e dei rapporti con Tripoli.

Libia, Rampelli: Macron fa quello che dovrebbe fare Gentiloni

Nella mozione che presentammo già nel 2014 su Mare Nostrum – spiega il capogruppo di FdI a Montecitorio – chiedevamo l’impegno del governo a “valutare l’istituzione, in collaborazione con i Paesi membri dell’Unione europea, di appositi presidi nei Paesi dai quali partono i maggiori flussi migratori, che siano in grado di effettuare una valutazione preventiva delle possibilità dei soggetti migranti di ottenere lo status di rifugiato nell’ambito dell’Unione europea e che possano fornire informazioni circa i rischi connessi ai cosiddetti viaggi della speranza”». Una proposta che venne battezzata come irrealizzabile dal governo e dalla sinistra politicamente corretta dell’accoglienza “senza se e senza ma”. «Il danno fatto all’Italia dal Partito democratico – conclude Rampelli – è incalcolabile, la brutta figura collezionata fa male a tutti gli italiani. Gentiloni ne tragga le conseguenze…».