“Polizia, mia moglie vuole suicidarsi”. Ma poi la trova (viva) nell’auto con l’amante

Litiga col marito ed esce di casa dicendo di volersi suicidare. L’uomo preoccupato e sotto choc perché la moglie prima di staccare il cellulare gli aveva ribadito di volersi uccidere, ha chiamato la Polizia. Agli agenti ha inoltre raccontato che la donna gli aveva comunicato di essere andata al cimitero dove dopo aver ingerito delle pillole, le aveva vomitate e il cellulare risultava staccato. Immediatamente la sala operativa della Questura di Roma ha subito allertato gli agenti del Reparto Volanti che hanno iniziato le ricerche della donna. E poco dopo hanno individuato l’auto ma, a bordo, la donna era insieme a un uomo. Alle domande dei poliziotti sulle sue intenzioni suicida, la signora ha cominciato a ridere, raccontando di aver finto col marito e di avergli detto una frottola per avere una scusa per uscire. 

Il marito, a quanto pare, ha riso un po’ di meno, ma anche i poliziotti hanno preso la storia molto sul serio. C’è il rischio che uno dei due coniugi si becchi l’accusa di procurato allarme…