Pallanuoto azzurra ko per il morbillo: saltano tre titolari per i Mondiali

Ai Mondiali di Budapest, in programma dal 17 luglio, con tre azzurri di meno, colpiti improvvisamente dal morbillo. Accade alla selezione italiana di pallanuoto. L’intera squadra della nazionale di pallanuoto azzurra in vista dei Mondiali di Budapest “per il monitoraggio del quadro clinico e ulteriori valutazioni diagnostiche, è stata sottoposta ad accertamenti sierologici per l’esclusione di malattie virali”, come spiega la Federnuoto, a seguito del ricovero dell’atleta Valentino Gallo all’ospedale di Siracusa da una settimana nel reparto di immunologia, per il quale non è stato però ancora certo che si tratti di morbillo.

Pallanuoto: il Settebello è bronzo olimpico

A conclusione degli esami gli atleti Marco Del Lungo, l’unico a quanto si apprende a cui è stato diagnosticato il morbillo fino ad ora, e che tra l’altro era stato vaccinato da bambino come Alessandro Velotto, sono stati sostituiti in via precauzionale da Stefano Tempesti – che rientra in azzurro – e da Cristiano Mirarchi. Sia Del Lungo che Velotto ad ogni modo non hanno avuto nessuna manifestazione di febbre o altro. L’intero ‘Settebello’ è stato sottoposto ad accertamenti per escludere la possibilità che ci sia un portatore a Budapest. Dal 17 al 29 luglio il Settebello bronzo olimpico disputerà la 17esima edizione del campionato mondiale di pallanuoto maschile, che si svolgerà alla piscina Alfred Hajos, sull’Isola Margherita, a Budapest. Gli azzurri, campioni a Shanghai nel 2011, si sono piazzati al quarto posto nelle ultime due edizioni, a Barcellona e a Kazan.