Omicidio Fragalà, al via il processo: la famiglia si costituisce parte civile (VIDEO)

Al via, davanti alla Corte d’assise di Palermo, il processo per l’omicidio dell’avvocato Enzo Fragalà (dal 1994 al 2006 deputato di Alleanza nazionale) brutalmente picchiato nei pressi del Tribunale nel 2010 e morto pochi giorni dopo in ospedale. Alla sbarre sei imputati: Francesco Arcuri, Antonino Siragusa, Salvatore Ingrassia, Antonino Abbate, Paolo Cocco e Francesco Castronovo. Tutti ritenuti dagli inquirenti vicini a Cosa nostra. Nel corso della prima udienza la vedova, i due figli e la sorella di Fragalà hanno chiesto di costituirsi parte civile. La stessa richiesta è stata avanzata anche dal Consiglio nazionale forense, dal Consiglio dell’ordine degli avvocati di Palermo, dalla Camera penale di Palermo e dall’associazione Antonino Caponnetto. Uno degli imputati, attraverso il legale, ha chiesto la nullità del decreto di giudizio immediato a causa di un cavillo burocratico. Nel fascicolo mancavano alcune intercettazioni, come sostiene la difesa. La Corte d’assise si pronuncerà il prossimo 21 luglio. L’accusa è rappresentata dalle pm Caterina Malagoli e Francesca Mazzocco.

Il parlamentare di An, Enzo Fragalà

Il parlamentare di An, Enzo Fragalà

 

La ricostruzione del delitto Fragalà