Napoli, maxi sequestro di hashish. La droga arrivava dalla Spagna

Il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza e la Squadra mobile della Questura di Napoli hanno sequestrato un altro ingente carico di sostanze stupefacenti di provenienza spagnola, destinato ad alimentare le diverse piazze di spaccio presenti nella città e nella provincia di Napoli. Si tratta di 180 chilogrammi di hashish sequestrati presso una società di logistica operante nell’area nolana. Anche questa partita di droga è stata intercettata grazie all’analisi e allo sviluppo di convergenti input informativi in possesso delle locali unità operative della Guardia di Finanza e della Polizia di stato dislocate sul territorio partenopeo, che sono state in grado di raccogliere precise risultanze circa un probabile arrivo dalla penisola iberica di merce illecita attraverso l’utilizzo inconsapevole di aziende di trasporto operanti nell’hinterland napoletano. Nella specifica circostanza, l’attenzione delle pattuglie è stata concentrata su una società di logistica – che, al momento, sembrerebbe del tutto estranea ai fatti – presso la quale sono giunti pochi giorni addietro diversi autoarticolati provenienti dalla Spagna con carichi di prodotti di vario genere. Una volta individuata la specifica spedizione a ”rischio”, i finanzieri e i poliziotti hanno proceduto all’ispezione della medesima che è risultata essere composta da 2 pallet di lastre di gomma per l’ottenimento di suole per calzature. Dopo più approfondite ricerche, tuttavia, all’interno di un vano ricavato nel carico di copertura, sono stati rinvenuti numerosi involucri sottovuoto contenenti panetti di hashish. La droga sottoposta a sequestro dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia di stato avrebbe portato oltre 2 milioni di euro nelle casse delle compagini criminali che ne gestiscono l’illecito traffico nella fase dello smercio al minuto.