Milano, panico in ospedale: sudamericana tenta di rapire un neonato

«Mi dia la piccola, dobbiamo farle degli esami». Era falso. Attimi di paura nel reparto pediatrico della clinica Mangiagalli di Milano, quando una donna ecuadoriana ha tentato di sottrarre una neonata alla madre, ma la vigilanza dell’ospedale è fortunatamente riuscita a bloccarla. È accaduto nella struttura sanitaria di maggior prestigio del capoluogo lombardo nel settore dell’ostetricia e della ginecologia, una delle “culle” più prolifiche della metropoli. Protagonista – raccontano dalla struttura sanitaria – una donna di origini sudamericane che, durante l’orario di visita del Puerperio ha cercato di strappare a una mamma moldava una bimba di 10 giorni che era in attesa di dimissione. Un tentativo che è stato fermato sul nascere, con l’intervento in reparto della vigilanza allertata dal personale sanitario. A quanto pare un’ostetrica, con grande prontezza, ha lanciato l’allarme, l’ha inseguita e fermata, insieme agli uomini della sicurezza. Per qualche minuto la donna ha rischiato anche di essere “linciata” dai parenti e dagli amici della partoriente-e dai genitori di altri neonati. La sudamericana che ha tentato il rapimento sette anni fa aveva partorito un bimbo proprio nella clinica Mangiagalli.