«Mia figlia derubata da morta dagli sciacalli»: la denuncia choc della mamma di Gina

«Al momento in cui mi sono stati riconsegnati gli effetti personali di mia figlia ho potuto constatare che mancavano circa 300 euro e un braccialetto di valore». L’incredibile denuncia arriva, su Fb, da Mirella De Persiis, la mamma di Gina Turriziani Colonna, la ragazza di 27 anni morta in un drammatico incidente a Borgo Grappa lo scorso 2 luglio, vicino Latina. Secondo la famiglia, nel momento dei soccorsi, sarebbe stato compiuto un atto di sciacallaggio ai danni della vittima. La mamma ha quindi deciso di sporgere denuncia per furto ai carabinieri di Frosinone e lanciare un appello sui social affinché la notizia venga divulgata il più possibile e i responsabili vengano individuati e puniti. «Ho fatto la denuncia perché ritengo che l’abnegazione del personale intervenuto per prestarle soccorso (tempestivo e professionale) – spiega De Persiiis su Facebook – non sia inficiato da persone estranee al servizio che hanno approfittato per rubare oggetti che, al di là del valore venale, rappresentano un grandissimo valore morale e affettivo». «Mi auguro che i Carabinieri riescano a farmi riavere il bracciale e a far perseguire gli sciacalli che approfittandosi del momento si sono impadroniti di quanto detenuto da mia figlia».

Lastudentessa di Frosinone era deceduta domenica scorsa a Borgo Grappa, frazione di Latina, a seguito di un tremendo incidente stradale avvenuto all’incrocio tra via Piscina Scura e via della Segheria. In quell’incidente rimasero coinvolti anche dei ragazzi di Aprilia. Il fidanzato di Gina, rimasto ferito gravemente, sta meglio ma è ancora ricoverato.