L’Italia continua a bruciare: situazione particolarmente critica a Catania

Situazione sempre più critica a Catania e provincia per i numerosi incendi che sono divampati durante la giornata. Al villaggio Rainbow, San Francesco la Rena, Paradiso degli Aranci, nella zona sud del capoluogo etneo, ci sarebbero anche alcune abitazioni coinvolte dal fuoco. I vigili del fuoco stanno facendo convergere più squadre e diverse autobotti sul posto con supporto necessario di forze dell’ordine. Situazione  difficile anche nel quartiere di Cibali e precisamente tra via Sabato Martelli Castaldi e via Nazario Sauro: un vasto incendio di interfaccia (sterpaglie e vegetazione vicino ad insediamenti civili) minaccia le abitazioni limitrofe. Sul posto due squadre VVF e autobotti di rincalzo. Anche squadre di VVF volontari di Maletto e Linguaglossa stanno operando su Catania e zone limitrofe perché, fanno sapere dal comando dei vigili del fuoco, “la situazione è da considerarsi critica”. A dura prova anche oggi i vigili del fuoco etneo, se è vero che comunicare con la sala operativa è praticamente impossibile. Inoltre un incendio nei pressi della strada statale 114 Settentrionale Sicula ha costretto l’Anas a chiudere il tratto stradale tra il chilometro 126 al 130, tra Villasmundo e Brucoli. I veicoli diretti a Siracusa dovranno uscire dalla statale allo svincolo di Castelluccio-Brucoli, mentre quelli diretti a Catania dovranno uscire allo svincolo di Villasmundo. Sul posto sono presenti le squadre dei Vigili del Fuoco e dell’Anas. Continua a bruciare la Sicilia. Tre, questa mattina, i fronti più importanti che vedono impegnate le squadre del Corpo Forestale e dei Vigili del fuoco: uno a Castellammare del Golfo (Trapani), uno ad Adrano (Catania) e un altro sull’isola di Lipari. È invece stato domato l’incendio che da ieri minacciava la zona di Cozzo Busino, a Monreale (Palermo). A Castellammare le fiamme sono arrivate a minacciare alcune abitazioni che per precauzione sono state evacuate. In azione, oltre ai mezzi di terra, ci sono un canadair e un elicottero della Marina militare. Continua a bruciare da ieri, anche se l’incendio è ormai sotto controllo, la zona di Adrano, nel catanese. Anche qui è in azione un canadair. Qui le fiamme si sono avvicinate ad alcune case ma la situazione è tenuta sotto controllo dai vigili del fuoco. A Messina invece sono stati evacuati alcuni nuclei familiari per le fiamme che minacciavano le case.