Lavori in corso nel centrodestra. Il Cav: «La Lega da sola non basta»

Lavori in corso nel centrodestra. Silvio Berlusconi torna a ruggire. Intervistato dal Gazzettino il Cavaliere insiste sull’ottimo stato di salute di Forza Italia e avverte l’amico Salvini che la Lega da sola non basta. «Forza Italia è portatrice del modello di centrodestra che vince in tutta Europa, basato sui valori cristiani e sulle idee liberali, nel quale può riconoscersi la maggioranza degli italiani. Stiamo costruendo un centrodestra moderato nei toni e rivoluzionario nei contenuti. I contenuti e le sensibilità che la Lega rappresenta – continua il Cav –hanno piena cittadinanza, ma non bastano». Sui candidati azzurri alle politiche, poi, l’ex premier ripete che non verranno schierati professionisti della politica, «ma donne e uomini che nella vita civile, nella trincea del lavoro, dell’impresa, delle professioni, della cultura, del volontariato abbiano dimostrato quello che sanno fare». La società civile contro la “casta”, secondo un vecchio adagio molto caro a Berlusconi.

Berlusconi: la Lega da sola non basta

È sicuro che Forza Italia prenderà più voti della Lega?, chiede il giornalista. Ovvio che sì, Berlusconi non ha dubbi o comunque non deve averne. Non una parola su Fratelli d’Italia, meglio non fare pubblicità all’avversario inverno. Poi sottolinea che il prossimo 22 ottobre, quando il Veneto e la Lombardia voteranno per il referendum sull’autonomia, «ci sarà un grande segnale, del quale l’establishment, la classe dirigente farà bene a tenere conto, se non vuole perdere del tutto il contatto con le aree più vitali e produttive del nostro paese. Anzi, c’è chi dice che potrebbe essere utile estendere i referendum lombardo-veneti in tutta Italia, in particolare al Sud. Sarebbe un’ipotesi su cui varrebbe la pena di riflettere».