Ivanka sostituisce per qualche minuto il padre al summit dei leader. Ed è bufera

Ivanka Trump ha rappresentato gli Stati  Uniti al tavolo dei leader del G20 riuniti oggi ad Amburgo. La first  daughter americana infatti ha sostituito per alcuni minuti il padre che si era allontanato dalla riunione per un bilaterale con il presidente indonesiano. Solitamente in queste situazioni i leader vengono sostituiti da ministri o alti funzionari. La scelta di far sedere la figlia al tavolo del vertice apparsa ai soliti “indignati” senza precedenti per quanto Ivanka abbia un ruolo ufficiale di consigliere della Casa Bianca. La foto di Ivanka al tavolo dei leader è stata diffusa au twitter  da un membro della delegazione russa.  Pochi minuti dopo Trump ha  ripreso il suo posto tra la premier britannica, Theresa May, e il presidente cinese, Xi Jinping.

Ciò però non ha placato i detrattori di Trump. La foto di Ivanka ha subito scatenato una bufera social. Alla fine è dovuta intervenire Angela Merkel per spegnere la polemica. «È una prassi normale – ha detto la cancelliera – che  consiglieri sostituiscano leader durante i summit quando questi si devono assentare per qualche minuto dal tavolo della discussione». E Ivanka – ha ribadito la Merkel- non è solo figlia del presidente Usa, è anche consigliera della Casa Bianca. Tanto rumore per nulla.