Infermiere ruba la fede nuziale a un’anziana in coma. Denunciato

Un infermiere di 53 anni in servizio all’ospedale di Cuorgnè, nel Canavese, è stato denunciato per ricettazione e rapina. Le indagini erano partite la scorsa settimana quando una 46enne abitante nel torinese si era recata dai militari per denunciare che la madre 85enne, ricoverata nel Reparto di medicina interna in coma, era stata derubata della fede nuziale che portava al dito. La donna aveva anche riferito ai carabinieri che per sfilarle l’anello alla madre era stata procurata una piccola ferita al dito, il che ha fatto pensare agli investigatori per l’infermiere possa aver usato una tronchesina. L’anello è stato rintracciato dai carabinieri in un ‘compro oro’ della zona.

“Si tratta di un episodio gravissimo. Appena riceveremo comunicazioni ufficiali dalle forze dell’ordine procederemo con i provvedimenti del caso”. Afferma la Asl To4: ora il rapinatore rischia il licenziamento. A esprimere sdegno e incredulità è il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto: “Credo che la parola vergogna sia il sentimento che tutte le persone civili provano di fronte ad episodi simili”