Fincantieri, l’Italia umiliata da Macron finisce sul Financial Times

La possibile nazionalizzazione dei cantieri Stx, in violazione di un accordo precedente con Fincantieri, «accresce a Roma il senso di tradimento» consumato dalla Francia. È quanto scrive in un editoriale il Financial Times. 

L’esultanza autolesionista per Macron

Il quotidiano britannico ricorda come l’elezione di Emmanuel Macron all’Eliseo fosse stata salutata «come una vittoria sul populismo ed una chance di dare nuova linfa al progetto europeo» in tutta la Ue e in Italia in particolare. Ma «due mesi dopo – si legge sul giornale – il senso di tradimento è evidente». «Mentre il presidente francese ha tutto il diritto di nazionalizzare Stx – osserva il FT – avrebbe dovuto fare di meglio per mostrare maggiore sensibilità nei confronti di Roma».

L’uno-due su Libia e Fincantieri

E sulla Libia, se l’esito del vertice di Parigi «è promettente», tuttavia «l’iniziativa unilaterale mostra una preoccupante propensione a mettersi in evidenza in un’area in cui sarebbero più opportune cautela e cooperazione». «L’Italia – si legge ancora il Ft – merita sostegno nella gestione dell’aumento dei flussi nel Mediterraneo e nella costruzione di una politica europea di lungo periodo per ridurre e condividere le tensioni migratorie». «Macron – è la conclusione – potrebbe fare molto per riconquistare la benevolenza di Roma se accettasse la necessità di una cooperazione per raggiungere questi obiettivi».