Escalation nella crisi interaraba del Golfo: il Qatar respinge l’ultimatum

Escalation nella crisi tra Qatar e altri Paesi arabi: Arabia Saudita, Bahrain, Egitto ed Emirati andranno avanti con il “boicottaggio economico e politico” nei confronti del Qatar finché l’emirato non “cambierà la sua politica”. Lo ha affermato al Cairo il ministro degli Esteri saudita, Adel al-Jubeir, commentando la risposta di Doha alle 13 richieste avanzate dai quattro Paesi arabi per riprendere i rapporti diplomatici. Il capo della diplomazia di Riad ha quindi annunciato che, a seguito della risposta “negativa nel complesso” di Doha, i quattro Paesi terranno delle nuove “consultazioni” per decidere le “azioni future che saranno prese al momento opportuno” verso il Qatar. La prossima riunione, secondo al-Arabiya, si terrà a Manama. Il Qatar non teme di essere espulso dal Consiglio di Cooperazione del Golfo (Ccg) in caso di escalation della crisi che vede l’emirato contrapposto ad Arabia Saudita, Bahrain, Egitto ed Emirati. Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri di Doha, Sheikh Mohammed bin Abdulrahman al-Thani, in un intervento presso la sede di Chatam House a Londra. “No, non possono prendere una decisione del genere perché è necessaria l’unanimità” di tutti i Paesi membri del Ccg, ha dichiarato al-Thani a proposito di un’eventuale espulsione di Doha dall’organizzazione. All’interno del Ccg figurano Oman e Kuwait, Paesi che fin dall’inizio della crisi, un mese fa, hanno tenuto una posizione neutrale. Gli altri tre Stati membri, Arabia Saudita, Bahrain ed Emirati, hanno invece interrotto le relazioni diplomatiche e i collegamenti con Doha. Comunque “rammarico” per la “risposta negativa” del Qatar alle 13 richieste presentate da Arabia Saudita, Emirati Arabi, Bahrain ed Egitto per riprendere i rapporti con l’emirato. È quanto espresso in una dichiarazione congiunta dei quattro Paesi arabi letta dal ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukri, al termine della riunione dei ministri degli Esteri di Riad, Manama, Abu Dhabi e Il Cairo per valutare le risposte di Doha. “La risposta del Qatar riflette la sua incapacità nell’affrontare seriamente la situazione oltre alla mancanza di comprensione della gravità della situazione”, si sottolinea nelle dichiarazioni finali della riunione lette da Shoukri. “Non si può tollerare il ruolo distruttivo del Qatar” nella regione, è aggiunto nel comunicato.