Erdogan e l’ossessione etnica: arrestato soldato inglese pro-curdi

Quella dei curdi per Erdogan sta diventando una vera ossessione. Un ex soldato britannico che ha combattuto contro lo Stato islamico in Siria è stato arrestato con la sua fidanzata e sua madre in vacanza in Turchia dopo essere stato accusato di aver postato propaganda pro-curda su Facebook. Joe Robinson, 24 anni, di Accrington, Lancashire, era in vacanza nella città di Didim, a circa 100 chilometri a nord di Bodrum, in Turchia sud-occidentale, quando la polizia è arrivata nella  località in cui era rimasto con la sua ragazza bulgara e lei madre. Mira Rojkan, la ragazza di origine blugare che è poi stata liberata insieme alla madre, ha affermato che la polizia li ha fermati mentre i tre erano sulla spiaggia, confiscando i loro telefoni cellulari, computer e altri materiali digitali prima di portarli via per interrogatori. Dopo averli portati in una stazione di polizia locale per interrogarli, le autorità turche hanno rilasciato Rojkan, studentessa di legge all’Università di Leeds e sua madre, ma hanno accusato Robinson “di essere membro di un’organizzazione terroristica”. In un messaggio al Guardian venerdì, Rojkan ha confermato che il suo ragazzo è in prigione. “Era orribile. Hanno detto che qualcuno aveva inviato loro una e-mail dicendo che eravamo terroristi a fare qualcosa in Turchia. Non avrebbero detto chi fosse. È un’assurdità assoluta. Ci hanno arrestato in spiaggia mentre stavamo in vacanza con mia madre “. Un portavoce dell’Ufficio esteri ha dichiarato: “Siamo consapevoli della detenzione di un cittadino britannico in Turchia e abbiamo chiesto la tutela consolare”. Robinson, che ha combattuto in  Afghanistan con il reggimento del duca di Lancaster nel 2012, ha combattuto in Siria due anni fa e ha servito come medico militare insieme alle unità di protezione popolare del Kurdistan siriano (Ypg). La Cnn turca ha mostrato le foto del ragazzo in divisa militare curda e le ha postate sui social network.