«Difendiamo la razza italiana». E scatta il “processo” alla parlamentare Pd…

La frase l’è uscita così, spontanea, con quella parolina che tanto fa scandalo a sinistra: razza. «Se uno vuole continuare la nostra razza, se vogliamo dirla così, è chiaro che in Italia bisogna iniziare a dare un sostegno concreto alle mamme e alle famiglie. Altrimenti si rischia l’estinzione tra un po’ in italia».

Apriti cielo. In pochi minuti, dopo quella dichiarazione a Radio Cusano Campus, Patrizia Prestipino, membro della direzione nazionale del Partito Democratico e responsabile del dipartimento del Partito Democratico per la difesa degli animali, s’è ritrovata travolta dalle polemiche del centrosinistra. La sua colpa è avere sostenuto, come spesso si fa a destra, la necessità di tutelare le mamme italiane dare un sostegno alla natalità delle famiglie, non solo quelle degli immigrati. «In Italia nascono sempre meno figli, la genitorialità viene spesso lasciata da sola, le mamme omosessuali, donne o uomini che siano, vanno aiutate. Non ci sono più mamme in Italia, vi rendete conto che siamo il Paese più anziano d’Europa? Siamo un Paese che rischia tra qualche decennio di non avere più ragazzi italiani» ha aggiunto la Prestipino. 

Il pruno a reagire è stato Nicola Fratoianni, leader di Sinistra italiana: «Leggo dalle agenzie di stampa che una certa Patrizia Prestipino, dirigente nazionale del Pd, nell’improbabile tentativo di difendere la scelta di istituire in quel partito un dipartimento mamme, ha sostenuto la necessità di dare continuità alla razza italiana. Vorrei ricordarle che come diceva un tale Albert Einstein la razza è una sola. È la razza umana».