Despacito, testo osceno. E la Malaysia decreta: via da radio e tv di stato

Con i suoi 4,6 miliardi di visualizzazioni ha infranto il record del brano più ascoltato in streaming della storia. Eppure Despacito, la popolare hit dei portoricani Luis Fonsi e Daddy Yankee, non piace a tutti e la Malaysia ha addirittura deciso di bloccarne la diffusione sulle reti radiotelevisive di stato. La decisione di Kuala Lumpur, annunciata alla Radio Televisyen Malaysia (Rtm) dal ministro delle comunicazioni Salleh Said Keruak, arriva dopo diverse proteste da parte di esponenti della maggioranza musulmana, secondo i quali i testi della canzone sono “osceni”. “Ritengo che sia grave che i più giovani cantino questo brano senza conoscere il significato delle parole”, aveva detto Atriza Umar, portavoce del partito islamista malese Amanah. E oggi l’ala femminile del movimento, Awan, ha ringraziato e lodato il Ministero delle Comunicazioni per il divieto, affermando che la decisione è un sollievo per le “donne e le madri”. “Una cosa che va sottolineata è che le persone di questo paese non sono contro l’intrattenimento, ma non vogliamo che elementi insalubri e marci diventino una norma per la generazione più giovane”, si legge in una dichiarazione. Il brano, però, potrà ancora essere suonato sulle stazioni radio private e sulle piattaforme online.