«Buon compleanno Duce». Dopo le polemiche si dimette l’assessore di Corsico

«134 candeline! Buon compleanno!». Due giorni fa ha pubblicato sulla sua pagina di Facebook un post di auguri di buon compleanno a Benito Mussolini.  È scoppiato il putiferio. Pietro Di Mino, di Fratelli d’Italia e  assessore ai servizi sociali di Corsico, Comune alle porte di Milano, travolto dalle polemiche, alla fine si è dimesso dall’incarico. Il post è stato pubblicato il 29 luglio sul suo profilo che non è pubblico ed è accessibile solo agli amici. Nonostante ciò la sinistra si è scatenata chiedendo le sue dimissioni e accusandolo di apologia di fascismo. Ora arrivano le dimissioni. «Egregio signor sindaco, con la presente rassegno le dimissioni da assessore della sua giunta», ha scritto nella lettera inviata a Filippo Errante. E prosegue: «L’esperienza che ho vissuto in questi mesi è stata per me molto importante da un punto di vista umano, sia in positivo che purtroppo in negativo, ma ricca di soddisfazioni con la cittadinanza corsichese». Pietro Di Mino rivolge una riflessione anche ad alcuni componenti della maggioranza che, in questi mesi, non l’hanno sostenuto. «Ho sempre interpretato la politica come un gioco di squadra – evidenzia l’assessore – all’interno della quale ognuno ha il suo compito e i risultati sono la conseguenza di una buona organizzazione e di idee vincenti». Riferendosi poi all’opposizione, sottolinea: «Colpisce una persona con aspetti che degradano il fare politica, quella vera». «Ringrazio l’assessore Di Mino per il lavoro svolto – sottolinea il sindaco Filippo Errante – perché il tema dei servizi sociali mi sta particolarmente a cuore e abbiamo destinato molte risorse del bilancio comunale».