Bullismo sulla modella curvy: “Non so se l’aereo decollerà”. Lei si vendica così

Aveva pagato il sovrapprezzo per un posto più spazioso, invece la modella curvy si è ritrovata a dover fare i conti con un vicino di volo decisamente maleducato. Una caso di bullismo. Appena seduto vicino a lei, l’uomo ha cominciato a messaggiare freneticamente e le ha scattato anche qualche foto di nascosto: ma Natalie Hage è riuscita a sbirciare e a leggere il contenuto dei messaggi che era, nemmeno a farlo a posta, un insulto continuo nei suoi confronti. 

Bullismo, la vendetta 

ll body shaming torna a far discutere. Infierire sulle persona sovrappeso sta diventando una mania, un rito da condividere con altri cafoni via social. La ragazza non si arrende alla cretineria, riprende la scena con un video e... inchioda il cafone, che intanto pistavw frasi veramente cattive: «Ho dubbi che l’aereo riuscirà a decollare con lei a bordo – scriveva l’uomo – finirò spiaccicato contro la parete e di me rimarrà solo una macchia nera per quanto mi stringe». Il viaggio, per Natalie, è stato dei più mortificanti. Quando ha tentato di interpellare l’uomo, questo ha reagito in modo confusionario, prima scusandosi e invitandola addirittura a cena, poi sottolineando che era troppo grassa per permettere alle persone di uscire dall’uscita di emergenza in caso di necessità. Ma Natalie si è vendicata postando sui social sia le foto dei messaggi inviati dall’uomo che il video delle presunte scuse. E il suo vicino di poltrona? Ha sostenuto di essere ubriaco. Parole forti, cattive, mirate a ferire una persona che non conosce per il suo aspetto fisico non convenzionale. Natalie fa delle foto al cellulare dell’uomo e le posta sulla sua pagina Instagram dove racconta l’accaduto. Uno dei messaggi ironici dice: “Per fortuna non servono a bordo del cibo messicano, perché altrimenti io lo avrei mangiato e sarei diventata ancora più grassa”.