Banche Venete, Padoan si sveglia: «Sanzioni severe per i responsabili»

Gli amministratori che hanno provocato il dissesto di Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca devono essere puniti con «sanzioni severe e adeguate». Lo afferma il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo al question time alla Camera. «Il mio auspicio è che la magistratura e le autorità di vigilanza applichino» le misure previste dalla legge «nel modo più rigoroso e severo possibile».

Il ministro dell’Economia fa sentire la sua voce indignata a diversi mesi dall’esplosione del caso Banche Venete. Un forte moto di indignazione ha attraversato nei giorni scorsi i social dopo la pubblicazione su Facebook che ritraevano l’ex presidente della Popolare di Vicenza,  Gianni Zonin, indagato per aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza, fare allegramente shopping con la moglie a via Montepoleone a Milano.