Avevano chiesto asilo, intanto spacciavano: arrestati profughi

Era in Italia come richiedente asilo, ma è stato arrestato mentre spacciava. Si tratta di un nigeriano di 24 anni, colto in flagranza dai Carabinieri di Montelupo Fiorentino subito dopo aver ceduto una dose di eroina a un tossicodipendente del posto. Il giovane, che era arrivato nell’Empolese dalla Calabria, è risultato senza fissa dimora.

La droga anche fra i profughi del centro di accoglienza

L’arresto arriva all’indomani di un’altra operazione anti-droga nella zona della città metropolitana di Firenze, che ha portato alla scoperta di uno spacciatore all’interno del centro di accoglienza di Empoli. I carabinieri, con l’ausilio dei cani anti-droga, hanno scoperto 50 grammi di hashish già divisi in dosi nella stanza di uno degli ospiti del centro, un senegalese di 41 anni che è stato arrestato. L’uomo, inoltre, è stato trovato in possesso di 50 euro falsi e di denaro considerato frutto dello spaccio. Anche un altro ospite del centro è stato trovato in possesso di droga ma, trattandosi di due dosi, lo stupefacente è stato considerato per uso personale. 

I volontari sapevano e ringraziano i Carabinieri

«Circa un mese e mezzo fa anche durante dei controlli fatti dai volontari avevamo visto che girava qualcosa di strano. Ringraziamo i carabinieri perché dopo la denuncia hanno proseguito con le indagini. Questo è un monito anche per tutti gli ospiti delle case che gestiamo», è stato il commento dei responsabili del centro di accoglienza, riferito dal giornale online locale Gonews.it.