Assessore del Pd condivide su Facebook una frase di Mussolini. Poi se ne pente…

«Non ho paura del nemico che mi attacca ma del falso amico che mi abbraccia». Forse non sapeva chi l’aveva pronunciata ma a orecchio gli suonava bene. E così ha deciso di pubblicarla. Non l’avesse mai fatto. Solo dopo qualche ora, quando perfino i partigiani piemontesi s’erano mobilitati per sollevare il caso, l’assessore del comune di Caselle, vicino Torino, Giovanni Isabella, s’è accorto della clamorosa gaffe politica: quella frase era stata pronunciata nientedimeno che da Benito Mussolini, il nemico politico, l’uomo nero. Su Fb, però, oltre alla frase, c’era anche la fotografia del Duce: difficile sbagliarsi…

Secondo quanto riporta La Stampa di Torino, che racconta la storia in un articolo della cronaca locale, il post dell’assessore all’Ambiente sarebbe riferito agli scontri in atto nel Pd. Ma quella frase non è sfuggita agli utenti, che si sono scatenati in critiche  ironie: qualcuno ha chiesto un intervento immediato dell’Anpi. Lui, l’assessore fascista “a sua insaputa”, s’è difeso così: «È un errore tecnico causato dal telefono. Ho cliccato per sbaglio. Figuriamoci se potrei mai condividere quelle immagini». Anche il sindaco di Caselle ha provato a giustificarlo: «Lo conosco da anni e sono certo che non condivida nulla di quella parte politica. Ci metto la mano sul fuoco».  Ma intanto, quella frase, come sostiene qualcuno sul web, potrebbe essere piaciuta anche a lui…