Arrestato il nigeriano che ha picchiato e stuprato l’anziana di 71 anni

È un 29enne nigeriano, domiciliato nel Centro accoglienza richiedenti asilo di Bari-Palese, il presunto autore dell’aggressione ai danni di una donna di 71 anni che è stata picchiata e sottoposta a violenza sessuale a Gioia del Colle. Il fatto risale a mercoledì scorso. Nella tarda mattinata del giorno dopo la vittima è riuscita a presentare la denuncia ai carabinieri. Il nigeriano, che in genere chiede l’elemosina vicino dell’ingresso del negozio, ha aiutato l’anziana a trasportare alcune derrate alimentari (acquistate poco prima) alla sua abitazione. Quindi, una volta sull’uscio di casa, ha spintonato l’anziana all’interno per poi costringerla, con violenza e minacce, a subire atti sessuali. Il nigeriano poi è tornato davanti al supermercato come era solito fare ogni mattina. 

Nigeriano violenta un’anziana, la denuncia

Solo il giorno successivo la donna ha trovato la forza e il coraggio di contattare i carabinieri e sporgere denuncia. Inoltre la vittima ha dovuto ricorrere anche alla cure mediche in un vicino ospedale, dove è tutt’ora ricoverata a causa dello shock e delle lesioni riportate. Il nigeriano, che dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale aggravata, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, eseguito d’iniziativa da parte dei carabinieri di Gioia del Colle e convalidato dall’autorità giudiziaria.